Nel nostro blog ci sono altri articoli dedicati ai Chatbot ?, oggi però entreremo più in profondità nel mondo della “messaggistica automatizzata” con dei suggerimenti per sviluppare una strategia di Chatbot Marketing efficace.

Se non conosci oppure ne sai poco in fatto di Chatbot, prima di continuare dai un’occhiata a questo articolo assolutamente propedeutico, OPPURE come utilizzare un Chatbot come fattore differenziante nella strategia di Marketing digitale di una moderna agenzia Immobiliare.

Premessa

Questo NON è un articolo tecnico! Non ti spiego come sviluppare un Chatbot ma in breve ciò che devi sapere per sviluppare una strategia efficace ?, per la parte tecnica e lo sviluppo… a mio parere dovresti affidarti a un professionista;

[ SCOPRI COME POSSIAMO AIUTARTI ]

Definizione degli obiettivi

Sono trascorsi alcuni anni da quando i BOT hanno preso piede e gli utenti hanno iniziato a conoscerli e ad avere delle aspettative quando vengono ingaggiati attraverso una campagna Facebook ADS, una pagina Facebook oppure da un Sito Web; pertanto si aspettano che facciano di più che dire “Ciao“, “Come possiamo aiutarti?” e “Mi dispiace, non ho capito” oppure peggio ancora “incasinarsi” facilmente a causa della mancanza di una corretta gestione dei flussi delle risposte.

Il vero obiettivo dei chatbot è automatizzare le conversazioni su larga scala ?, ma l’utente dovrebbe comunque avere la sensazione di avere una conversazione uno a uno con il tuo marchio. Quando sviluppiamo un piano della conversazione attraverso un obiettivo strategico, non solo assicuriamo che l’utente abbia un’esperienza piacevole sul marchio, ma guadagniamo la sua fiducia.

Evoluzione del progetto

Un abile stratega di Chatbot ? deve studiare e determinare qual è l’esperienza utente principale e i flussi conversazionali da utilizzare per raggiungere meglio l’obiettivo del bot. Nel corso del tempo ogni chatbot dovrebbe evolversi grazie al lavoro dello stratega che deve saper “leggere” e tenere traccia di tutte di tutte le informazioni immagazzinate nel back end per pianificare gli sviluppi futuri; un moderno ed efficace Chatbot dovrebbe restare parte integrante del piano di Marketing del marchio a lungo!

Il pubblico

La prima chiave per una strategia di Chatbot Marketing di successo è profilare i tuoi clienti ideali ?‍?‍?. L’obiettivo finale della tua strategia è creare un’esperienza utente che si colleghi a quel pubblico in modo utile e comprensibile . E’ indispensabile nel corso del tempo guardare l’andamento e l’evoluzione di tutte le conversazioni che un cliente ha con il tuo marchio attraverso il Chatbot. Il comportamento del tuo pubblico è la tua luce guida ✴️ per tutta la tua strategia. Ogni decisione che prendi dovrebbe iniziare da lì.

Risposte automatiche

Innanzitutto devi essere consapevole che il Chatbot non riuscirà MAI a rispondere a tutte le domande che gli verranno sottoposte dagli utenti, pertanto è buona norma iniziare creando delle risposte alle domande più frequenti.

Uno degli obiettivi ? del tuo BOT è aiutare i clienti e fornire risposte rapide, quindi ti consigliamo di esaminare le domande più frequenti del tuo marchio per vedere con quali contenuti hanno senso iniziare.

Lasciati aiutare dal:

  1. Team di assistenza clienti che conosceranno un sacco di domande che gli vengono rivolgono ogni giorno;
  2. Dai Social Media Manager, anch’essi grazie al lavoro che fanno ogni giorno per il marchio conosceranno le esigenze più comuni del tuo pubblico;
  3. I team di Vendita e Marketing.

E ovviamente potresti anche fare domande ❓al di fuori del tuo team. Ad esempio i suggerimenti di ricerca nella parte inferiore delle pagine pertinenti di Google sono un buon punto di partenza, se nella tua organizzazione c’è un SEO ??coinvolgilo!

Chat Operatore

NON esiste un Chatbot professionale senza un operatore ? . Ti assicuro che una parte degli utenti potrebbero preferire il vecchio stile: e-mail ? telefono o supporto di un operatore. Fai semplicemente sapere alle persone come parte dei messaggi di benvenuto oppure nelle risposte più importanti del bot che l’utente può mettersi in contatto con un essere umano in qualsiasi momento anche attraverso questi sistemi.

Messaggio di benvenuto

Nel primo messaggio del Chatbot, tecnicamente si chiama “WELCOME MESSAGE”, cerca come ho “detto” poco sopra di far sapere agli utenti che possono entrare in contatto con un operatore umano in qualsiasi momento.

Cerca inoltre di:

  1. Aggiungere un saluto professionale ma allo stesso tempo “giovane” e “frizzante”;
  2. Chiarire alle persone che stanno chattando con un BOT;
  3. Proponi una domanda efficace che ti consenta di instradare immediatamente l’utente verso i tuoi obiettivi.

Altre idee

Una delle maggiori domande che probabilmente ti farai è … il mio chatbot è veramente efficace? Sta funzionando? Se stai utilizzando il chatbot per ridurre al minimo il volume del supporto clienti, questa è una metrica facile da controllare. Se vuoi misurare l’efficacia delle sue risposte, del marketing o delle vendite, può essere prezioso tenere traccia del successo del bot con collegamenti e codici misurabili, tecnicamente si chiamano UTM.

Gestisci un servizio di news ? da affiancare alla più tradizionale NEWSLETTER. Ad esempio, su Facebook Messenger, ogni volta che qualcuno ti “parla” tramite Messenger, i suoi dati vengono aggiunti al tuo elenco di contatti. Puoi impostare un flusso per chiedere a queste persone di scegliere di ricevere regolarmente aggiornamenti e annunci da te attraverso dei servizi a pagamento che trovi nell’account inserzionista di Facebook ADS.

Fai sondaggi, quiz…

Non voglio essere prolisso l’obiettivo di questo articolo è di aiutarti a creare una strategia di chatbot marketing efficace, ti è piaciuto? Ci sono riuscito? Contattaci per una consulenza.

Summary
Come sviluppare una strategia di chatbot marketing efficace
Article Name
Come sviluppare una strategia di chatbot marketing efficace
Description
Suggerimenti per sviluppare una strategia di Chatbot Marketing efficace.
Author
Publisher Name
Frutti Digitali - Agenzia Web Markentig & SEO
Publisher Logo
Ti è piaciuto l'articolo? Condividi!